La selezione naturale inversa, di A. Garbarino

Uno degli errori più grandi che abbiamo commesso è quello di porre la genialità di Darwin al servizio della selezione sociale. Sicuramente l’ uomo è un animale, ma non possiamo negare che, a differenza dell’ animale, ha una caratteristica distintiva: la razionalità. Che poi, essa venga usata o non usata dall’ individuo o dal genere umano è un altro discorso. Però, giustificare la selezione sociale con la forza di imposizione dell’ individuo sul gruppo, oltre che irrazionale, è stupido. L’ uomo dovrebbe tenere sempre a mente il ruolo della casualità nella vita, dove un imperatore si può ritrovare ultimo dei sudditi per una giravolta della fortuna. Tutte le teorie che si basano sulla capacità dell’ individuo di determinare il proprio destino di potenza con la sola forza di volontà crollano al minimo soffio di vento come le vite degli uomini che si sentono predestinati al successo. Con questo, non voglio dire che sia saggio lamentarsi sempre per una vita ingiusta e ingannatrice, ma essere consapevoli che l’ ingiustizia fa parte dell’ esistenza e di conseguenza, una giustizia in senso di un’ equità perfetta nelle possibilità di sviluppo, è naturalmente impossibile. Credo ch l’ insegnamento più profondo di Darwin sia stato questo: la natura premia i più forti per lasciare indietro i deboli. Facciamo in modo che l’ uomo, che fa parte della natura, applichi il principio della selezione naturale non facendo selezione naturale.

Natural selection inverse

One of the biggest mistakes that we made is to put the genius of Darwin in the service of social selection. Surely the 'man is an animal, but we can not deny that, unlike the' animal has a distinctive feature: the rationality. What then, it is used or not used by 'individual or by mankind's another story. However, justify the social selection with the power of taxation of 'individual on the team, not only irrational, it's stupid. The 'man should always keep in mind the role of chance in life, where you can find last emperor of the subjects for a turnaround of fortune. All theories are based on the ability of 'individual to determine their own destiny in power by sheer force of will collapse at the slightest whiff of wind as the lives of men who feel doomed to success. With this, I do not mean that it is wise to always complain about unfair and deceptive a life, but be aware that 'injustice is part of the' existence and consequently, a sense of justice in a 'perfect equality in development opportunities, is of course impossible. I think the ch 'deepest teaching of Darwin has been this: the nature rewards the stronger to leave behind the weak. We ensure that 'man, which is part of nature, applying the principle of natural selection is not by natural selection.